Gary Coleman da tutti noto come il piccolo Arnold è morto venerdì 30 maggio a causa di una caduta che ne ha provocato il coma.

Un suo amico, Jeremy Spence ha raccontato che lo stesso Gary, il mercoledì mattina aveva guidato da solo per andare in ospedale a fare la  dialesi che faceva sempre 3 volte la settimana, per curare la sua malattia congenita ai reni.
Al suo ritorno a casa, dove vive con la moglie Shannon Price, pare che Coleman sia scivolato battendo la testa e che subito dopo la caduta è stata chiamata un’ambulanza che lo ha portato d’urgenza in ospedale.

La moglie, ha dichiarato che Gary era molto provato e debilitato dalla dialisi quel giorno e che la caduta aveva causato un’emorragia intracranica che lo aveva mandato in coma il giovedì. Il venerdì, verso le 12.05 Gary è deceduto all’ospedale.

Migliaia sono state le mail che sono giunte all’ospedale dalla gente e questo ha fatto piacere ai familiari di Gary che hanno potuto  constatare quanto ancora fosse amato dalla gente. Questo ha dichiarato la moglie, tramite una lettera che ha fatto leggere da suo fratello Shawn, in una conferenza stampa tenutasi il venerdì pomeriggio.

Le polemiche sulla morte di Gary non sono mancate è in dubbio se la moglie, avesse o meno l’autorità legale di staccare la spina visto che  coppia era divorziata. In merito, l’avvocato Randy Kester, ha dichiarato alla rivista ‘People‘ che Gary Coleman e Shannon Price erano  divorziati dal 12 agosto del 2008 e non gli risulta che si fossero sposati nuovamente, dunque la Price avrebbe mentito presentandosi come moglie di Gary in Ospedale  e non essendolo non aveva il diritto di staccare la spina. Ha poi aggiunto che è presumibile che ci possa essere una battaglia legale per capire chi sono i leggittimi eredi di Gary, anche se al momento, secondo l’avvocato, nessuno ha ancora mostrato un testamento valido, dunque potrebbe essere demandato tutto alla decisione di un giudice.

Dal canto suo Shannen Price si è difesa in un video  diffuso da TMZ, dicendo che aveva il diritto legale di staccare la spina e che lo ha fatto  poichè oramai per Gary era sopraggiunta la morte cerebrale. I medici le avevano detto che anche operandolo sarebbe morto per dissanguamento durante l’intervento o che comunque non sarebbe più potuto essere il Gary che conosceva. Shannen ha aggiunto di non volere che la gente la veda come una persona alla quale non importava nulla di lui e sui dubbi di qualcuno sul fatto che lei sia implicata direttamente nella caduta di Gary lei si dice addolorata per tanta cattiveria della gente nel poter pensare una cosa simile. Secondo alcune fonti ospedaliere Shannen aveva il diritto di decidere per Gary poichè lui stesso aveva firmato un foglio di consenso che la autorizzava a prendere questo tipo di decisione.

Notizia di ieri è che è stato scoperto un testamento di Gary che sarà depositato presso il tribunale questa settimana. Questo nuovo testamento è datato 2007 e sostituirebbe il precedente del 1999, che è stato utilizzato finora.

Più avanti si saprà qualcosa in più ma per ora auguriamo a Gary di riposare in pace.

Rating 3.00 out of 5

Articoli correlati